Come far squirtare una donna: tutti i consigli PRATICI

Far provare un grande piacere a una donna, molto spesso, viene inteso solamente come farle emettere il maggior numero di gemiti.
Al contrario però, per le donne questa è solamente la punta dell’iceberg, visto che farle godere vuol dire riuscire a squirtare.
Ecco come procedere per riuscire a farle provare questo particolare tipo di sensazione in maniera che la goduria possa essere migliore e possa soddisfare al massimo tutte le loro esigenze.

Far venire una donna è possibile?

Ora si potrebbe pensare che l’orgasmo femminile, con tanto di eiaculazione, non esista assolutamente e che questa sia solamente una finzione realizzata per fare impazzire gli uomini.
Al contrario di quanto si possa immaginare, far eiaculare una donna è un tipo di procedimento che può essere svolto in maniera molto semplice e che non richiede delle lunghe e complesse procedure che possono rendere il rapporto meno piacevole del previsto.

Far eiaculare una donna deve essere visto come regalarle un momento di piacere intenso che, allo stesso tempo, non fa altro che rendere il rapporto con la stessa maggiormente piacevole, dato che quella donna avrà un occhio di riguardo per quanto riguarda la scelta del suo partner col quale avere un rapporto sessuale.
Detto questo è importante capire come bisogna procedere per poter far provare alla donna quel momento di piacere intenso che ognuna di loro vuole provare, senza compiere procedure errate che potrebbero essere poco piacevoli da vivere.

Mettere a proprio agio la donna che si vuole far squirtare

squirtare la tua ragazzaPer fare in modo che la propria donna possa squirtare in maniera tanto semplice quanto piacevole, occorre che la stessa venga messa a proprio agio.
Occorre infatti cercare di creare una condizione dove la donna abbia una voglia immensa di consumare il rapporto sessuale completo senza che possano nascere delle situazioni dove la stessa è restia anche a farsi toccare.
Per metterla a proprio agio si deve semplicemente cercare di trovare il tipo di preliminare che piace maggiormente alla donna.

Per esempio se ama essere massaggiata nelle gambe, occorre semplicemente cercare di effettuare questo tipo di pratica in maniera tale che sia possibile riuscire a farla rilassare e allo stesso tempo si potrà essere sicuri del fatto che, procedendo in questo modo, la stessa donna, sia maggiormente pronta a farsi toccare e soprattutto a voler provare il piacere dell’orgasmo completo, senza alcun tipo di errore.

Una volta che si effettua questa prima procedura sarà necessario cercare di prendere in considerazione il fatto che bisogna focalizzarsi sul sesso della donna che, essendo maggiormente rilassata, sarà in una condizione mentale dove l’orgasmo stesso potrà essere raggiunto con maggior facilità.

Il punto G della propria donna

Per riuscire a farla eiaculare come pochissime volte le è capitato, basterà semplicemente andare alla ricerca del suo punto G e stimolarlo in maniera lenta ma precisa, provocandole quindi quel piacere aggiuntivo che renderà il rapporto maggiormente piacevole.
Questa zona del sesso delle donne, nella maggior parte dei casi, si trova a sei centimetri circa dalla parete anteriore della vagina.

Lo stimolo deve essere ovviamente delicato e costante in maniera tale che la propria donna possa provare un piacere intenso e migliore sotto ogni punto di vista.
Questa particolare tipologia di operazione deve quindi essere svolta con cura e occorre ascoltare con attenzione la propria donna: maggiore sarà la sua goduria e il movimento quasi involontario che effettuerà col bacino, maggiormente rapido deve essere il movimento che deve essere compiuto con le dita della mano.

Indice e medio sono quelle che devono essere adoperate per permettere alla propria donna di provare quel piacere intenso che riesce a regalare loro un momento di piacere intenso.
Ovviamente quando la donna prova l’orgasmo e squirta, bisogna interrompere la procedura e magari concentrarsi su altre pratiche che hanno lo scopo di abbassare lentamente il suo livello di piacere.

Pertanto farla eiaculare è un tipo di procedura che potrà essere definita come conclusiva e questo permette alla stessa donna di provare un piacere estremo al termine di un rapporto completo.

Piccoli consigli per farla squirtare

Per farla squirtare in maniera perfetta occorre non solo avere una grande intimità con la donna ma, al contrario, sarà necessario anche cercare di fare in modo che la fase di stimolo non avvenga a secco.
Usare dei diversi lubrificanti rappresenta la soluzione perfetta in maniera tale che ogni fase del rapporto possa essere identificata da un piacere intenso sotto ogni punto di vista.

Inoltre la mano che verrà utilizzata deve essere pulita e le unghie devono essere corte: in questo modo è possibile evitare di graffiare le zone interne del sesso della stessa donna e allo stesso tempo si eviteranno infezioni o altre complicazioni che potrebbero rendere questo tipo di pratica meno piacevole del previsto, dettaglio da non sottovalutare assolutamente.

Pertanto, grazie a questo insieme di operazioni sarà possibile riuscire a far godere la propria donna e alla fine farla squirtare, rendendole realmente felici e soddisfatte del rapporto sessuale che hanno consumato.
Ovviamente occorre avere una certa intimità in maniera tale che tutte le diverse procedure possano essere svolte in modo preciso senza che possano nascere complicazioni di ogni tipologia.

Leave a Reply